Colori, i “toni” dello stile – Parte 2

Abbiamo visto alcuni post fa come utilizzano i colori la donna informale, classica, bon-ton, sexy e sportiva. Vedremo ora invece come si contraddistingue l’uso del colore per la “donna green”, la “donna trendy” e la “donna artista”, oltre ad alcuni suggerimenti di carattere tecnico aggiuntivi rispetto a quelli già visti insieme in un altro post. . I toni chiari e tenui, quasi indefinibili, il beige e i colori caldi delle terre, ma anche talvolta alcuni colori pastello, sono in genere molto amati dalla donna green, la quale, com’è ovvio, darà la preferenza a colori ottenuti con tinture naturali, che quindi avranno un effetto molto soft e mai acceso anche nelle tinte più intense. . . La donna trendy tendenzialmente abbinerà il colore più in voga al momento (preferibilmente acceso) a jeans, con un ampio uso del nero sia per l’abbigliamento che per gli accessori: il nero infatti è quasi uno dei capisaldi di questo stile, fa sempre tendenza e non passa mai di moda. . . Ancora diversa è la scelta della donna artista, per la quale colori grigi e opachi (oltre ovviamente al nero) si alterneranno a toni accesi secondo una logica tutta sua, e in genere imprevedibile. .   . Fatta questa carrellata, è interessante poi approfondire i […]

Continue reading

La camicia bianca: TIPS per ogni STILE – 2

Abbiamo visto nel post precedente quali sono le tipologie di camicia bianca che valorizzano al massimo gli stili informale, classico, bon-ton, sexy e sportivo. Vediamo adesso le scelte più adatte per la donna green, trendy e artista, oltre ad alcuni suggerimenti di carattere generale validi per tutte per fare la scelta perfetta e che ci valorizzi al massimo: la scelta della donna green per la camicia bianca sarà del tutto sui generis: facilmente infatti la camicia bianca della donna green potrà anche non essere esattamente bianca, ma in cotone biologico non tinto o lino non sbiancato. Ma questo va bene, su di lei è la scelta più adatta e infatti intesa così diventa un capo che la donna green porta benissimo, mentre un modello più classico non le donerebbe, così come il color “bianco ottico” sarebbe poco adatto su di lei; il modello scelto sarà piuttosto ampio, certamente non elasticizzato né in tessuto misto, garantendo così un risultato ottimale e adatto alla sua personalità; . la donna trendy, come la donna informale, è una delle tipologie più a rischio nello scegliere ed indossare la camicia bianca: trattandosi di un capo nient’affatto innovativo e decisamente passe-partout, tende infatti a considerarlo un po’ banale e a indossarlo raramente, anche quando sarebbe perfetto per l’occasione. Oppure […]

Continue reading

La camicia bianca: TIPS per ogni STILE – 1

Abbiamo visto nel post precedente alcuni suggerimenti per scegliere la camicia bianca (vero basico per eccellenza) perfetta per voi, sottolineando come si tratti di un capo che, se saputo scegliere e indossare, è adatto a un’infinità di occasioni e abbinamenti e vi consente di avere sempre un look chic e di classe. Vediamo adesso insieme a Benedetta (che si è occupata anche si scovare negli shop on line i modelli più adatti ad ogni tipologia di donna) alcuni suggerimenti e indicazioni per quanto riguarda l’abbinamento con il vostro stile: la donna informale, se indossa la camicia bianca, tende spesso a sceglierla con dettagli fantasiosi e femminili, cosa che come abbiamo visto nel post precedente può essere rischiosa: se volete andare sul sicuro quindi evitate in tutti i modi bottoncini colorati, strass e simili, sbizzarrendovi piuttosto con qualche dettaglio in pizzo o volant (con moderazione però, e purchè il taglio della camicia sia impeccabile); . la donna classica ama molto la camicia bianca, la fa sentire sicura e a posto anche perché essendo sempre curata e a posto la sa portare molto bene: occhio però agli abbinamenti con modelli eccessivamente classici e con alcuni colori (un esempio su tutti: il cardigan beige unito a pantaloni scuri) perché l’effetto d’insieme può facilmente […]

Continue reading

I BASICI: la camicia bianca

  Iniziamo ora una serie di post che hanno per oggetto i cosiddetti “basici”, cioè capi trasversali adatti a praticamente a tutte le occasioni, a tutte le corporature (con gli opportuni accorgimenti), e a tutti gli stili (con le dovute personalizzazioni). Questi post nascono da alcune riflessioni “a quattro mani” con mia cugina Benedetta, che oltre ad avere un gusto infallibile lavora da anni in settori molto “tecnici” della moda, ed ha quindi acquisito quelle nozioni di base per individuare a colpo sicuro le “scelte di stile” più adatte, quelle che ci consentono di trasformare il capo più semplice in un outfit chic e di classe. Partiamo quindi alla scoperta dei basici con la camicia bianca, che è il capo basico per eccellenza, ma forse anche il più insidioso, perché ha una caratteristica fondamentale:  mette in risalto la carnagione del volto, e anche i capelli. . . Se non siete perfettamente in ordine quindi evitatela, la camicia bianca non ammette pelle non curata, trucco pesante, capelli  in disordine, viso stanco e segnato. D’altro canto però proprio per questo motivo è anche il capo che vi consente di valorizzarvi al massimo e di ottenere un aspetto radioso e splendente, chic e anche sexy (molto più, credeteci, di maglie scollate, top aderenti […]

Continue reading

I tessuti, la trama dello stile

Un elemento fondamentale per avere sempre un aspetto impeccabile e valorizzare il nostro stile sono senz’altro i tessuti con cui sono realizzati i capi che scegliamo per il nostro guardaroba. Fino ad alcuni decenni fa la scelta del tessuto rappresentava uno degli aspetti fondamentali dell’eleganza, anche perché segnava in modo netto la differenza fra i capi riservati alle classi ricche – che si potevano permettere stoffe morbide, preziose e ricercate – e quelli per le classi più umili, che invece si dovevano accontentare di tessuti più semplici (sia come lavorazione che come colori) e meno confortevoli da indossare. Con l’industrializzazione e la diffusione del pret-a-porter la qualità dei tessuti è invece diventata per anni un aspetto quasi secondario del vestire, cedendo il passo alla necessità di contenere il più possibile i costi di produzione. Dopo alcuni anni di declino, però, l’importanza delle stoffe di recente è tornata alla ribalta, invertendo la tendenza ad utilizzare tessuti un po’ tutti uguali, in fibre miste e dall’aspetto uniforme. E questo è importante, perché ci consente di avere un elemento in più con cui personalizzare il nostro stile e renderlo diverso da tutti, modulando il nostro outfit secondo accenti sempre nuovi. La natura e la capacità creativa dell’uomo ci offrono infatti una varietà di […]

Continue reading

GLI ACCESSORI, 2: occhio ai trabocchetti!

Oltre a scarpe e borse, come abbiamo visto nel post precedente gli accessori sono poi costituiti anche da una serie di oggetti che hanno una funzione più decorativa che utile.  E che, come abbiamo visto, sono un elemento fondamentale per arricchire e rafforzare il nostro stile, pur essendo spesso elementi quasi superflui dal punto di vista strettamente pratico. In considerazione di ciò, devono essere scelti MOLTO accuratamente, tenendo conto del fatto che l’accessorio giusto, come abbiamo visto prima, diventa un dettaglio che caratterizza il nostro look come e a volte più degli elementi principali. . Ricordate inoltre sempre che farsi tentare dall’infinità di accessori di scarsa qualità (il che – badate bene – non vuol dire necessariamente a basso prezzo!) può causare “cadute di tono” anche all’outfit più impeccabile, perciò va evitato accuratamente. Per facilitare la scelta, ecco qualche suggerimento: per accessori posizionati vicino al viso, date la preferenza ad oggetti di materiale lucente o che contengano toni riflettenti: un foulard di stoffa lucente o cangiante ad esempio, una collana con elementi piuttosto grandi in metallo o vetro, o di colori chiari. In questo modo il vostro viso acquisterà luce e avrà un aspetto radioso anche in una giornata di pioggia; . evitate oggetti con pretese artigianali ma chiaramente prodotti in […]

Continue reading

GLI ACCESSORI, 1: scelta di stile

Il dettaglio è importante come l’essenziale. Quando è inadeguato rovina tutto l’outfit. Christian Dior   Gli accessori (scarpe e borse, ma non solo) sono la passione di ogni donna. Rappresentano infatti non solo un modo per rafforzare il nostro stile, ma anche, quando lo desideriamo, per cambiarlo completamente. E ci consentono di apparire – magari anche per un solo giorno – completamente diverse dal solito, senza necessariamente cambiare il nostro abbigliamento di base. Accessori scelti con attenzione infatti valorizzano l’outfit e completano il look rendendolo più ricercato (o più informale, a seconda di quello che desideriamo). . . Se vogliamo essere sicure di avere un outfit di classe, però, occorre prima di tutto ricordare che con gli accessori – più che per ogni altra cosa – c’è il rischio di eccedere. Di gonne o camicie, infatti, anche volendo, non ne possiamo indossare più di una per volta. Con gli accessori, viceversa, limitarsi è molto più difficile, perché la scelta fra foulard, sciarpe, collane, borse, cinture, cappelli è talmente ampia da rendere assai meno semplice auto-limitarci nella scelta. . . Vediamo quindi insieme qualche spunto per arricchire il nostro stile in modo personale, senza rischiare però di sovraccaricarlo. Per quanto riguarda gli accessori base, ovvero scarpe e borse, ecco qualche indicazione […]

Continue reading

I MODELLI, 3: per avere più forme, e TIPS per tutte

Nei post precedenti abbiamo visto come alcuni accorgimenti possono aiutarci a sembrare più magre, oppure più alte. Vediamo ora qualche suggerimento per chi vorrebbe avere più forme. analizzando insieme i modelli da scegliere per valorizzare il nostro fisico. per chi ha poco seno, l’utilizzo di drappeggi e pieghe nei punti giusti può fare miracoli, perché riesce a dare volume nei punti desiderati; anche l’uso di tessuti fantasia può aiutare a regalare qualche chilo in più; anche la scollatura orizzontale aiuta a far sembrare più pieno il seno, regalando almeno mezza misura in più; se vi sentite troppo magre e con poche forme, ricordate che le maglie con tessuto a coste hanno l’effetto di arrotondare le forme, facendole sembrare più piene, e sono perciò adatte a chi vorrebbe curve più abbondanti; inoltre, per chi ritiene di essere troppo magra e vorrebbe avere qualche chilo in più, un altro suggerimento può essere quello di indossare giacche corte che, spezzando visivamente la figura, la fanno sembrare più piena; anche indossare scarpe di colore contrastante con quello delle gambe (meglio ancora se con cinturino alla caviglia, come vedete qui sotto) aiuta a far sembrare la figura più morbida e a regalare qualche chilo in più a un polpaccio eccessivamente sottile. Come abbiamo già visto […]

Continue reading

I MODELLI, 2: come sembrare più alte

Continuiamo l’argomento del post precedente vedendo insieme i modelli da scegliere per valorizzare il nostro fisico. In questa seconda parte vedremo alcuni trucchi per sembrare più alte e slanciate e regalare centimetri extra alle nostre gambe (per chi vuole poi approfondire l’argomento, consiglio ovviamente il mio nuovo libro “101 trucchi per sembrare più snella – e anche più alta” in cui i suggerimenti sono accompagnati da tanti esempi fotografici che mostrano le scelte SI’ e quello NO). COME SEMBRARE PIU’ ALTE se vi sembra di avere le gambe troppo corte, potete farle sembrare più lunghe scegliendo capi che facciano sembrare la linea della vita appena più in alto rispetto al vostro effettivo punto vita. Questo risultato si può ottenere in due modi opposti: e cioè o con abiti a vita alta (ma anche camicie e maglie con una cucitura subito sotto il seno), oppure con capi (giacche, ma anche maglie, camicie o giacconi invernali) che arrivano appena al di sotto dei glutei, nascondendo l’attaccatura gluteo/gamba, meglio ancora se con una cintura che segna il punto vita posizionata piuttosto in alto, come nell’immagine qui sotto. L’occhio infatti percepisce gli abiti molto più che la vostra effettiva figura: perciò giocando con orli e cuciture si può fare molto per rendere del tutto […]

Continue reading